I campioni 2018: Alessandra Arcuri, regina a sorpresa tra le master

alessandra-arcuri2b

I campioni 2018: Alessandra Arcuri, regina a sorpresa tra le master

22:20 13 marzo in 2018
0 Comments

E’ stata la vera rivelazione delle gare master, il nome nuovo che arriva e catalizza tutta l’attenzione. Tra le donne delle categorie over, nessuna in questo Cross per Tutti è riuscita a mettere il pettorale davanti ad Alessandra Arcuri (GSA Cometa). Nella gara “all in” femminile si è sempre piazzata a ridosso delle atlete più giovani: 4° a Paderno, 6° a Cesano e Seveso, 9° a Cinisello. Migliore delle SF40 ma anche sempre prima master al traguardo. Un debutto da vera regina.

“Non avevo mai corso il Cross per Tutti, ho sempre fatto altri circuiti con più salite. Quest’anno invece ho scelto il Cross perché ha percorsi più piatti e più adatti alla preparazione per la pista”. Si parte per un buon allenamento ma poi la vis agonistica ha sempre il sopravvento.

“Però questo Cross per Tutti mi ha esaltato, è stato divertente essere lì davanti a correre con le ragazzine. Sono velocissime, mi sembrava quasi di fare una gara in pista. Il Cross per Tutti è più tosto, molto veloce, le gare sono affollate e di alto livello, pieno di giovani”.

Insomma, è stato amore a prima vista per questa mamma di Albavilla (Co), due figli di 11 e 13 anni da crescere e un amore incondizionato per la corsa campestre, coltivata fin dalle categorie giovanili. Sarà perché nella vita è anche una agronoma?

L’atletica giovanile è finita a 18 anni, poi il ritorno alla corsa è arrivato 5 anni fa, con il tarlo della maratona che non la ha mai abbandonata. Il ritorno è ingordo di chilometri. Strada, trail, maratona: Etna Trail fatta, una Monza-Resegone vinta e 3 ore tonde tonde sui 42km. Cambia tutto però l’anno scorso dopo l’incontro con Roberto Cella, il coach delle donne che corrono forte.

“Ho incontrato Roberto Cella per caso al parco di Monza e mi ha fatto cambiare tutto. Con lui e il suo gruppo non si sente la fatica, si corre sempre con il sorriso. Prima mi allenavo molto a sensazione, mi piaceva cambiare, ora è tutto più programmato”. Tanti i no detti dal Mourinho delle runner, ma di quei no che fanno crescere. Così è ancora più facile riuscire ad allenarsi tutti i giorni, concentrando il lavoro tra gli impegni dei figli.

Partita nel migliore dei modi dal Cross per Tutti, vedremo dove arriverà Alessandra in questa stagione. A proposto di Cross per Tutti, gare preferite?

“La mia gara preferita è stata Cesano Maderno, con tante salite come piacciono a me. E poi anche Seveso, un percorso molto nervoso, simile alle strade dove mi alleno io”.

 

No Comments

Sorry, the comment form is closed at this time.