back Menu close
Seveso

Da un fatto molto negativo è nato il “nostro parco” BOSCO DELLE QUERCE, il vero protagonista della nostra tappa, oltre agli atleti, ovviamente!
Noi mettiamo qualche paletto qua e un po’ di nastro la ma il percorso è quello da anni, bello e, in pratica, creato dal parco stesso per la sua conformità.
Quest’anno,separandoli di alcuni metri, modificheremo leggermente la partenza, rendendola un pochino più ampia e l’arrivo, creando un mini parterre. Niente di stravolgente, una piccola modifica che, speriamo, aiuti atleti e tifosi a vivere al meglio la festa del CROSS PER TUTTI di Seveso!
Ricordiamo che l’ingresso è in via Redipuglia, quello principale del parco di via Ada Negri è lontano circa 2 Km dal ritrovo, però si attraversa il parco stesso che, tutto sommato, ne vale al pena!
Per chi avesse mai utilizzato l’ingresso di via della Roggia, questo è definitivamente chiuso, non accessibile. Vi chiediamo di rispettare e di far rispettare questo luogo, è costato il sacrificio di molti…
Vi aspettiamo a Seveso, siete voi tutti il CROSS PER TUTTI!

Società Organizzatrice: Marathon Club Seveso. Il responsabile organizzativo di tappa è il signor Massimo Losi che risponde al numero 338 5754476 e alla mail massimo.losi@triballat.com

Data: 09.02.2020

Orario partenza prima gara: 09.00

Orario ritrovo: 08.00

Location: Bosco delle Querce ingresso da Via Redipuglia.

Parcheggio: Disponibile un ampio parcheggio di fronte all’ingresso del Bosco delle Querce in Via Redipuglia.

Servizi: Spogliatoi e docce disponibili nella Palazzina del Centro Anziani in Via Redipuglia, proprio di fronte all’ingresso del Bosco delle Querce.

Percorso: Il tracciato si sviluppa all’interno del Bosco delle Querce, polmone verde progettato nel lontano 1983 dopo ingenti lavori di bonifica ambientale e oggi oasi ricca di biodiversità vegetali e animali. Non molto collinare e prevalentemente pianeggiante, presenta poche variazioni e dislivelli: proprio per questo motivo, non è muscolare e impegnativo. Per contro, la densa piantumazione richiede invece prontezza di corsa e di riflessi: caratterizzato da molte curve, è un percorso decisamente tecnico da affrontare studiando accuratamente la giusta traiettoria per impostare e affrontare al meglio le ripetute svolte e i cambi di direzione. Inoltre, se gli alberi fanno da scudo al vento proteggendo in modo naturale la superficie del tracciato, i rami, le foglie e le radici lo rendono allo stesso tempo insidioso e spettacolare.

Plus: L’ambiente suggestivo del bosco, unico tra tutte le sei prove del circuito, e la qualità dei servizi in loco.